Home

S.Nicolò

S.Nicolò

BENVENUTI NEL SITO DI AIPD ONLUS BELLUNO
“Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti” Stampa

COMUNICATO STAMPA

AL VIA NUOVO PROGETTO AIPD PER L’INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE CON LA SINDROME DOWN

Il progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti” è finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità

Roma, 15 giugno 2018. Creare lavoro attraverso la formazione di operatori specializzati negli inserimenti lavorativi, aumentare la consapevolezza delle persone con sindrome di Down sulle proprie potenzialità di futuri lavoratori e sensibilizzare le aziende presenti sul territorio. È questo il senso del nuovo progetto “Lavoratori con sindrome di Down: da assistiti a contribuenti”, della durata di 12 mesi, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down ONLUS e finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità.

Il progetto coinvolge 9 operatori, 18 persone con sindrome di Down e loro famiglie di 9 sezioni AIPD di 6 regioni italiane (BellunoCosenzaFrosinoneGrossetoLatinaOristanoPotenzaRomaVulture).

Secondo un’indagine condotta da AIPD nel 2017 su 51 delle proprie sezioni, su 1.374 persone con sindrome di Down maggiorenni aderenti alla rete, solo 168 (il 12% circa) lavora con un regolare contratto.
Il progetto AIPD prevede una serie di azioni previste: consulenza, informazione e formazione in presenza (incontri di formazione per familiari, percorsi di orientamento e formazione per giovani con sindrome di Down) e a distanza (tramite corso online e telefono), azioni di sensibilizzazione del mondo aziendale/istituzionale e monitoraggio e tutoraggio in situazione e l’avvio di nuovi servizi di inserimento lavorativo (SIL) presso le sezioni che ne sono sprovviste. «Tali azioni – spiega Monica Berarducci, responsabile dell'Osservatorio sul mondo del Lavoro di AIPD nazionale - coinvolgeranno direttamente le organizzazioni partecipanti rendendole protagoniste, con l’obiettivo di scardinare il pregiudizio che consiste nel pensare che l’inserimento lavorativo delle persone con sindrome Down sia solo un’opportunità "occupazionale" o terapeutica, quindi un peso per l’impresa e non un contributo alla produttività aziendale. Importante anche il lavoro sulle famiglie, che talvolta concepiscono ancora il proprio figlio come un bambino o il suo inserimento lavorativo come un modo per occupare il 'tempo', con un atteggiamento assistenziale ed iperprotettivo che limita l’acquisizione dell’identità adulta/lavorativa e l’emancipazione in generale».

 

--

Ufficio Stampa Associazione Italiana Persone Down

Via Fasana 1/B-C, 00195 Roma

06.3723909

 
 
SITO IN AGGIORNAMENTO Stampa

A BREVE LA NUOVA HOME PAGE

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO!!!!

 
Stampa

16 giugno 2016

INTERVENGONO:

Contardi Anna Coordinatrice AIPD NazionaleCorso Luca Atleta con sdDCorte Alessia Consigliere del direttivo ASSI; De Nale Maria Paolina Coordinatrice AIPD sez. di Belluno; Di Marzo Rossella Dirigente UODS Disabilità ed integrazione socialeLucchetta Vainer Dottore in Scienze MotorieMazzoleni Ferracini Ines Presidente AIPD sezione di BellunoMazotti Stefania Responsabile dei Progetti per la Fondazione Italiana Verso il FuturoPaganin Angelo Direttore Cantiere della Provvidenza scs onlusTavi Michela Ass.Sociale Servizio Sociale Disabilità Ulss 1 BellunoTormen Miriam  Lavoratrice con sdDVillabruna Chiara Referente progetto Prove di Volo - autonomie possibili, Anffas Belluno - Cantiere della Provvidenza scs onlus.

MODERA:

Simoncini Maria Rosaria Psicopedagogista, consulente AIPD sez uno.

Scarica il pieghevole della Tavola rotonda


 
Mostra Fotografica Stampa

mostra fotografica

 
Stampa

 

 

Bilancio 2015

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>